STRAORDINARI, VALIDO IL FOGLIO PRESENZE

STRAORDINARI, VALIDO IL FOGLIO PRESENZE

Il lavoratore ha diritto al pagamento degli straordinari indicati sul foglio presenze se confermati dai colleghi.

Spetta al lavoratore, che pretenda il pagamento di un compenso per il lavoro straordinario, provare sia di aver eseguito la prestazione che la quantità di lavoro effettivamente svolto.

Per quanto riguarda i mezzi di prova con i quali il lavoratore può dimostrare in giudizio tali elementi, la Corte di Cassazione, sezione lavoro, con sentenza n. 18643 del 30 ottobre 2012, chiarito che la scelta e la valutazione degli stessi spetta solo al giudice di merito, ha riconosciuto piena validità ad un foglio presenze, nel quale il lavoratore ricorrente aveva annotato tutte le ore di lavoro straordinario svolte per l’azienda. 

Un foglio presenze compilato dallo stesso lavoratore, di per sé, non è classificabile come una vera e propria prova; tuttavia, se correttamente combinato con altri elementi di indiscussa valenza probatoria quali, come nel caso all’esame della Corte, le deposizioni testimoniali dei colleghi del lavoratore, è in grado di assumere anch’esso valore probatorio, e di dimostrare, secondo la valutazione del giudice, i fatti in discussione.